Mantenere la calma, troppa fretta, troppa fretta….

Written on 12 novembre 2007 – 11:49 | by BuonTeo |

Sabato mattina, ore 7.50 circa, da un’oretta abbondante mi aggiro tra gli alberi con macchina e tele pronti all’uso con la certezza di incontrare cervi e caprioli e la speranza di portare a casa qualche bello scatto. Il sole sta facendo capolino proprio ora dalla cima di fronte e gli uccelli che vivono il bosco come passeri, picchi, gazze, merli, scriccioli e nocciolaie cominciano il loro baccano mattutino in preda all’euforia del risveglio; approffitto dell’occasione anche per tenere d’occhio possibili tane che potrebbero essere usate da volpi o tassi, infatti proprio l’autunno scorso era partito un progetto di osservazione ad una tana che si è malamente conculso con l’arrivo di motoseghe e trattori a disturbare la zona.
Camminando, camminando arrivo al limitare del bosco, cespugli bassi di rovi delimitano lo spazio occupato dagli alberi d’alto fusto dallo spazio occupato dai campi d’erba umida; mi fermo qui e aspetto silenzioso che qualche abitante del “condominio roveto” si faccia avanti. Non passano cinque minuti che i piccoli scriccioli cominciano a saltare a destra e a sinistra in mezzo all’intrico di spine, la luce è buona ma i cespugli fitti mi impediscono delle inquadrature pulite. Dopo aver atteso che i piccoli amici prendessero coraggio per uscire allo scoperto mi soffermo a guardare l’ora, rimane poco tempo a disposizione prima di dover riprendere la macchina e tornare agli impegni giornalieri; decido così di concludere il pattugliamento tane: appena mi alzo due caprioli maschi, immobili a 7 metri di distanza, decidono che sto diventando troppo pericoloso e con cinque o sei balzi coprono in breve tempo la ventina di metri che li separa dall’altro lato del campo, dove il bosco ricomincia!
Affascinante come tu possa passare un quarto d’ora di fianco a loro senza neanche accorgerti che ci siano: molti animali si immobilizzano come meccanismo di difesa, cercano di sfruttare il mimetismo e di non attirare attenzione; e poi…track!! Di colpo, in quattro salti sono fuori dalla tua portata…stupendo!
Visto che la distanza di sicurezza era molto ridotta provo a seguirli con la speranza che non fossero molto lontani e di fatti, li intravedo nella macchia, non rimane che accucciarsi a terra ed aspettare in silenzio; l’autunno mi regge il gioco e le foglie secche cadute mi informano continuamente della loro presenza e posizione.
Proprio durante questa attesa, interamente concentrato sui due ungulati dò le spalle al campo verde che sale dietro di me seguendo il profilo della montagna; con la coda dell’occhio vedo qualcosa muoversi sù, in alto al limitare del prato. Mi giro ed ecco il cane di qualche casa che viene in giù con passo felpato, ma…no! …Un attimo..non è un cane! E’ una bellisima volpe, probabilmente un maschio viste le dimensioni, che zitto zitto cerca di raggiungere proprio il lato di prato dove sono appostato.
Mi giro per inquadrarlo e subito se ne accorge, carica le zampe posteriori e via! Con la velocità di un fulmine si lancia giù per la riva senza più guardarmi, concentrato sull’obbiettivo: raggiungere il bosco!
L’emozione che mi ha preso è stata grandisisima e nonostante mi ripetessi mentalmente: inquadra, fuoco, posizione soggetto, esposizione, compensa, insegui, scatta, mantenere la calma, inquadra, fuoco, posiz.. troppa fretta, troppa fretta!!
Il fuoco manuale del mio 400 mm. ha avuto l’attenzione minore in tutto il processo e la diagonale seguita dalla volpe mi ha letteralmente fregato!! Così ecco i quattro scatti della sequenza che ho salvato grazie alla postproduzione e che rimangono solo il documento di un fortunato ed emozionante incontro durato non più di 10 secondi e dileguatosi in un attimo nel fitto del sottobosco!



La natura è proprio stupenda, e sempre, ogni volta, ripaga delle alzatacce; fotograficamente posso dire che è stata una caccia infruttuosa, la qualità delle immagini è pessima, ma alla fine della questione, fare una bella foto è la ciliegina sulla torta! Se anche manca ti sei gustato tutto il resto….!!

Leave a Reply

(obbligatorio)

(obbligatorio)