Viva Las Vegas (e le fotocamere compatte)

Written on 6 febbraio 2008 – 16:33 | by Falsomagro |

Le fotocamere compatte hanno i loro apprezzabili vantaggi. Oltre alle dimensioni e al peso, che permettono di infilarsele in tasca, senza portarsi al collo etti di attrezzatura, offre funzionalità di nicchia ma utili in alcune occasioni.

Per fare una bella panoramica a 180° o 360° con una reflex si fa uso di un cavalletto e di posizioni prefissate, in modo da ottenere una parzialie sovrapposizione delle immagini scattate (attorno a un terzo), per rendere più facile il successivo lavoro di aggancio dei diversi scatti (e per controbilanciare in parte la distorsione che spesso affligge gli obiettivi ai lati.

In giro con una compatta per il Red Rock Canyon, vicino a Las Vegas, non avendo a disposizione il cavalletto (tanto vale a quel punto tirare su la macchina a pentaprisma), si può spesso aggirare il problema via software. Nelle scene preimpostate su buona parte dei modelli è presente la funzione ‘Panorama‘ che permette di scattare una sequenza di foto, ogni volta sovrapponendo nell’inquadratura una porzione della foto precedente. In questo modo è possibile ad occhio scattare una serie di fotografie che siano una buona base per i software di photo-stitching.

Io ho usato la sfunzione Photomerge di Adobe Photoshop Elements 6, già messa alla prova sul porto di Luino, con la stessa fotocamera, una Nikon Coolpix P5100. Per essere un lavoretto fatto a mano sul campo e in automatico con il software posso ritenermi più che soddisfatto! Photoshop nel fondere le foto senza creare discontinuità si è magiato parte delle inquadrature, togliendo un po’ di cielo dal ritaglio possibile.

Resta comunque la possibilità di intevenire o manualmente nel fase di incollaggio delle foto, o magari anceh dopo, cercando di lavorare con i livelli per aggiungere i pezzi persi. Se mi ci metto a dietro vi informo.

  1. 6 Comments to “Viva Las Vegas (e le fotocamere compatte)”

    1. Il BuonTeo scrive:

      Solo il fatto che la foto pesa 18 Mb mi ha entusiasmato!! Aspetto di vedere i prossimi scatti “from the other side of the ocean!!!”
      Grande Robijoule!

    2. Sem scrive:

      Nella foto manca un po’ di cielo, come già detto nell’articolo, comunque è vero che alcune volte le “compattine” danno “buoni” risultati.

    3. falsomagro scrive:

      Rispetto alle foto originali ne maca un sacco di cielo, ma temo che photoshop non sia riuscito a unire quei pezzi a causa della distorsione. Col senno di poi se avessi attivato la correzione della distorsione in macchina avrei fatto un lavoro un po’ migliore…. sarà per il prosiimo anno!

    4. il Lopy scrive:

      …cavolicchio che paesaggio…
      veramente molto bella!!
      l’unica stonatura è quella macchina sulla sinistra.

    5. falsomagro scrive:

      è la macchina con cui eravamo in giro il e il Bordin ;-)

    6. [...] gita di domenica al Red Rock Canyon, nel deserto del Nevada vicino al Las Vegas, non poteva mancare il post con la foto panoramica dalla località di Calico, prima piazzola sulla Scenic Drive che per 14 [...]

    Leave a Reply

    (obbligatorio)

    (obbligatorio)