HDRando – accadìerrando

Written on 20 aprile 2009 – 10:23 | by Falsomagro |

Ossia errando con la macchina fotografica scattando in bracketing con la mente protesa alla post produzione di immagini in High Dynamic Range. Grazie ai progressi della tecnologia di photoediting le immagini HDR sono sempre più alla portata di tutti, con applicazioni che con processi automatizzati permettono di ottenere ottimi risultati in pochissimi istanti.

Per un approfondimento sull’HDR e sui metodi per lavorare le immagini manualmente in Photoshop vi segnalo questo post del BuonTeo, nel quale con un breve video tutorial vengono svelate alcune utili tecniche, da utilizzare in caso di mancanza di software automatizzati.

Per quanto riguarda le immagini vi propongo 4 HDR frutto di una gita alla Canonica di Bedero, caratterizzata da un bel sole caldo e dai nuvoloni minacciosi di un temporale in arrivo. Condizioni di luce perfette per provare a sfruttare le potenzialità delle immagini HDR, per sottolineare ancora di più il contrasto tra le zone illuminate dal sole e lo sfondo scuro del cielo, ricco di sfumature, con la necessità di avere un’ampia gamma dinamica per non perdere nessuno dei dettagli delle alte luci e nessuna delle sfumature delle ombre.


Anche l’ultima immagine che vi propongo è frutto della giornata alla Collegiata di San Vittore a Brezzo di Bedero, ma è un particolare dell’interno di una delle gallerie della Linea Cadorna. Questa immagine è nulla dal punto di vista artistico, ma mette bene in evidenza le potenzialità della tecnica HDR, laddove per spingersi con l’esposizione nel profondo della caverna con una foto sola è necessario sacrificare pesantemente e bruciare completamente le zone toccate direttamente dal sole. Grazie e 3 esposizioni con una forcella di quasi 4 EV tra i due estremi e al software PTGui ecco invece quello che si riesce ad ottenere:

Leave a Reply

(obbligatorio)

(obbligatorio)