Un motivo c’è, eccome!

Written on 25 novembre 2009 – 19:59 | by Falsomagro |

Un perché ci sarà pure, ci dicevamo io e Alessandro da profani del medio formato digitale. Un motivo c’è, eccome. Sto parlando del perché valga la pena per un professionista scattare con una medio formato. Ieri sera in un evento Hasselblad ho avuto l’occasione di infilare la mia schedina CF in una H3DII-39, fotocamera da 39 megapixel.

A parte che appoggiare l’occhio al mirino apre una gigantesca finestra sul mondo, a parte che l’obiettivo 80mm f/2.8 è un piacere da impugnare assieme al corpo ergonomicissimo della fotocamera, a parte che in ogni istante si è consapevoli di maneggiare un mito: quando si aprono i file RAW si rimane a bocca aperta.

La visualizzazione al 100% dei particolari non è affetta dalla solita impastatura tipica delle macchinette, ma evidente anche su reflex di buona gamma. I particolari, le venature del legno, i pori della pelle, sono tutti rappresentati in modo davvero reale, tanto da avere la tentazione di schiacciare i punti neri del naso del modello direttamente sul display del PC.

Qui di seguito una miniatura di uno scatto (un piccolo JPEG da 13MB e 6496×4872 pixel nella versione originale) e un particolare al 100%, anche se si tratta comunque di un passaggio in jpeg e forse il motore di pubblicazione la comprime un po’ per ragioni di banda:

hasselblad-guitar-1Hasselblad H3DII-39: ISO 100 – 80mm – f/11 – 1/250 sec.

hasselblad-guitar-part

Questo è il risultato dello scatto singolo, immaginatevi la qualità di uno still life ripreso con la tecnologia Multi-Shot.

  1. 2 Comments to “Un motivo c’è, eccome!”

    1. Andrea Pagani scrive:

      costo (in reni) della fotocamera? :-D

      certo che come resa fa paura! Però la vedo bene per l’uso in studio (con luci controllate, esposizione precisa ecc.) rispetto ad altri usi (street, fotogiornalismo, paesaggistica – entro certi limiti – ecc.)

    2. Falsomagro scrive:

      La 50 megapixel è piazzata a 23000 euro mi pare, per la 39 te la cavi con meno ;-)

      Comunque concordo che è un mezzo da studio interno o al max da “studio” all’aperto, oppure per usi di foto di architettura particolari.

      Per usi più “street” non me la vedo bene

    Leave a Reply

    (obbligatorio)

    (obbligatorio)