Ovattata solitudine

Written on 20 dicembre 2009 – 04:15 | by BuonTeo |

Se all’esordio del contest Inverno mi ero lamentato del fatto di non avere fotografie tipicamente invernali da proporre, finalmente posso approfittare della nevicata di ieri, sabato 18 Dicembre 2009, per proporvi uno scatto notturno.

Bar_incontro_web

Ovattata solitudine: 1/10 s @ F/4 ISO 800 -4,7 EV, Pentax K7 Pentax 18-55 DA SMC

Ogni foto ha dietro di sè una storia e riflette lo stato d’animo di chi la scatta. È giusto quindi mettervi al corrente della storia che c’è dietro allo scatto omonimo che dà il titolo al post.

Sabato sera doveva essere una di quelle allegre serate invernali tra amici, una pizza organizzata in compagnia per scambiarsi gli auguri e fare quattro risate. Il gruppo di 12 persone non è mai arrivato alla pizzeria, così io e altri  tre stoici personaggi abbiamo atteso invano quasi 45 minuti prima di metterci il cuore in pace ed iniziare a mangiare e brindare alla faccia di chi, per vari motivi, aveva preferito rimanere a casa.

Tra i motivi principali aimè vi era proprio la neve, la prima neve di questo anno a coprire Luino e dintorni. Ho sempre amato l’inverno e mi hanno sempre divertito le nevicate, peccato che suscitino nella gente una risposta che non lascia spazio a mezzi termini: odio o amore!

Penso abbiate capito quale sia la mia risposta alle nevicate. Non appena arrivato a casa, ho infilato un maglione in più e con la scusa di testare la Pentax K7, sono uscito sulla strada e ho iniziato a scattare. Silenzio… solo il crepitare sotto i piedi e i click delle luci natalizie della piazza che altenavano i loro colori. Vedere i tavolini del bar ben disposti come ad attendere i turisti in una giornata estiva ma coperti di neve mi ha ispirato e ho cercato di raccogliere il contrasto del “non luogo“. La dicotomia data dal piacere della tavola  e,  all’opposto, dall’inospitale freddo e buio della notte innevata.

Giocando con il contrasto in post-produzione ho generato un effetto pittorico che lasciasse prendere spazio al sogno….

A voi la parola!! Buona luce!

  1. 3 Comments to “Ovattata solitudine”

    1. Ilaria scrive:

      Balla, mi piace…soprattutto il senso che hai voluto darle.
      Posso chiederti come hai ottenuto quell’effetto pittorico?

    2. Ilaria scrive:

      maledetta dislessia da tastiera…volevo dire bElla non balla.

    3. Matteo Cervo scrive:

      Grazie Ilaria, l’effetto pittorico lo ottengo con tre passaggi:
      aumento il contrasto dell’immagine;
      faccio un filtraggio con una maschera di sfuocatura;
      Aumento nuovamente il contrasto;

      Non uso parametri fissi ma vado molto a gusto a seconda dell’immagine.

      In realta il contrasto lo aumento in maniera selettiva sui mezzi
      toni ma a riguardo e’ il caso di preparare un videotutorial.

    Leave a Reply

    (obbligatorio)

    (obbligatorio)