Il lungo lago di Germignaga

Written on 17 gennaio 2010 – 17:23 | by BuonTeo |

Non so se a voi è mai capitato ma a me succede di sentire il bisogno di uscire a prendere una boccata d’aria, magari solo per mezz’ora durante una giornata di lavoro al chiuso, davanti al computer oppure sui libri. Sono cosciente di avere mille cose da fare ma la testa ha bisogno di destarsi dal quel torpore che toglie lucidità e prontezza ai pensieri. Obbligatoriamente quindi scelgo di fare una rapida passeggiata vicino casa e gira e rigira i luoghi verso i quali mi dirigo sono alla fine sempre gli stessi.

Non hanno in se qualcosa che mi attragga particolarmente: risultano isolati, si aprono in grandi spazi ma non sono, alla fine, di una bellezza tale da giustificarne la meta. Eppure i miei piedi camminano sempre verso quella direzione. Da quando abito a Germignaga, uno di questi luoghi è il lungo lago verso la colonia, spazio che il paese ha autonomamente ribattezzato “Le fontane”, per via dei soffioni d’acqua a livello del terreno che il comune ha installato per creare un diversivo ludico per la stagione estiva.

Durante la giornata “Le fontane” non dice molto all’occhio dell’osservatore ma alle prime luci dell’alba e al tramonto la luce che filtra dalle nubi e si riflette sul lago rende questo luogo un po’ più particolare. Posto due scatti che ritraggono questi due momenti della giornata: mattina e sera; quegli scatti eseguiti impostando la macchina in Jpeg, perchè tanto sono fatti così per fare e mi darebbe noia dover importare, lavorare ed esportare un file raw.

In sè questa pigrizia fotografica è piacevole e mi restituisce il senso di un linguaggio espressivo che come la musica è capace di camminare parallela alle parole: la fotografia appunto, importante al punto di essere presente quando la mente necessita di sgombrarsi, esercizio tecnico e artistico che rinnova le energie anzichè prosciugarle. Non importa come sia stata eseguita, pellicola, digitale, polaroid, è semplicemente li a soddisfare un piacere e  a suscitare un’emozione, uno stato d’animo, una riflessione.

20100110-_O0E8371_HDR_7stop_edit_web

HDR su cavalletto 7 stops, Canon Eos 1D Mark II, Canon EF 17-40 mm F/4 L USM

_O0E8611_2_3_HDR_web

HDR a mano libera, scatto a forcella +/- 2 stop, Canon Eos 1D Mark II, Canon EF 17-40 mm F/4 L USM

La riflessione che giro a voi è legata all’interpretazione di questi luoghi ricorrenti: capita anche a voi di passare sempre dallo stesso luogo? Lo avete mai fotografato cercandone il lato migliore pur non essendo un paradiso o un posto di innata bellezza?

A presto!!

  1. 3 Comments to “Il lungo lago di Germignaga”

    1. Marcopino scrive:

      a parte che il lungolago di Germignaga E’ un paradiso e un posto di bellezza rara…cmq sì, e quello è uno dei posti del cuore anche per me. Più spesso, però, mi sorprende la bellezza di alcuni colori, alcune luci, che non riesco mai a cogliere, per imperizia o…perchè non ho con me la macchina!

      Circa gli scatti, mi piace molto il secondo, con la luce riflessa nella pozza d’acqua e la familiare sagoma della Bislunga con le finestre attraversate dalla luce

    2. Falsomagro scrive:

      Dovremmo bannare dai commenti gli Assessori che prendono Appunti Fotografici come una bacheca per fare pubblicità gratuita alle bellezze del loro Comune ;-)

      Concordo con il giudizio positivo sulle foto e anche a me ha colpito subito il riflesso del sole sula pozza!

    3. Michele Broggi scrive:

      Trovo la prima immagine sensazionale; mi conferisce un senso di pace e allo stesso tempo di inquietudine. I colori rendono in maniera perfetta, soprattutto il cielo e il suo riflesso nell’acque del lago.

      Il colore sul legno e la spiaggia mi piace, da idea di qualcosa di ‘Fantasy’; ahhh i cari vecchi tempi sui GDR.

    Leave a Reply

    (obbligatorio)

    (obbligatorio)