70-200mm F4: un vetro taglierino

Written on 29 marzo 2010 – 19:43 | by Falsomagro |

Abituato alle mie ottiche kit entry level della Olympus E-500 rimango ancora stupito dagli scatti che riesco ad ottenere dalla Canon EOS 30D con le due ottiche serie L EF 24-105mm L F4 USM IS e EF 70-200mm L  F4 USM, un paio di spanne sopra in quanto a nitidezza.

Un esempio che mi ha colpito parlando del bianco 70-200mm è lo scatto qui sotto. Vagando sulle rive del fiume Tresa in qeull’ora in cui il sole comincia a nascondersi allo sguardo a fondo valle, mi è piaciuto cercare particolari con il lungo occhio, in particolare quelli che si stagliavano sull’acqua, in questo caso un vero e proprio specchio d’acqua, nonostante in oggetto ci sia un fiume.

Canon EOS 30D – Canon EF 70-200m L F4 USM IS
200mm – f/4.5 – ISO 1000 – 1/160sec

La luce del sole radente, l’acqua calma a specchio, le piccole onde che si propagano dalla base del ceppo solitario: ho provato diverse composizioni, tra cui alcune verticali, ma complici alcuni rami di rovo posti tra me e il soggetto tra gli scatti ritengo questo quello venuto meglio. Non sono del tutto convinto della composizione, ma mi pare accettabile. In quanto a contrasto saturazione e altre regolazioni ho utilizzato lo sviluppo del file RAW con ACR di Photoshop Elements 8, ma avendo due schermi non calibrati, non sono certo di cosa ne sia uscito…

  1. One Comments to “70-200mm F4: un vetro taglierino”

    1. Dario scrive:

      Anche se l’immagine mi sembra un poco confusa, è davvero particolare, sembrano due immagini fuse insieme. effettivamente credo che il “Bianchino” sia la lente di canon con il migliore rapporto prezzo/qualità.

      ciao!

    Leave a Reply

    (obbligatorio)

    (obbligatorio)