Nelle profondità della terra con il Sigma 10-20mm

Written on 17 marzo 2010 – 19:21 | by Falsomagro |

Continua l’apprendistato con la mia nuova (vecchia) Canon EOS 30D. Dopo i primi giorni in cui ho viaggiato in versione mono-obiettivo con Canon 24-105mm L F4 USM IS durante la gita con il BuonTeo sulle strade partigiane del San Martino ho montato soprattutto il grandangolo Sigma 10-20mm F4-5.6 EX DC HSM e lo zoom Canon 70-200mm L F4 USM.

Sceso nelle profondità della terra (in realtà una grotta naturale con ampi spiragli all’esterno e una cavità lunga una decina di metri e profonda 4-5, come mostrato anche nello schema del buon Matteo Cervo) ho sfruttato il sistema di trasmettitori e ricevitori wireless per flash del buon Teo, con uno dei suoi illuminatori all’opera.

L’intento era quello di provare a dare risalto al fondo della cavità della grotta, pur illuminando anche le stalattiti di ghiacchio che pendevano (e cadevano…) dal soffitto. Devo dire che devo ancora fare parecchio la mano sul grandangolo Sigma, abituato all’8mm Zuiko su Olympus, un fisheye, non ho per niente l’occhio sulle inquadrature, con il risultato che per il momento mi vengono foto decisamente piatte e poco accattivanti. Vi propongo gli scatti e accetto consigli!

Canon 30D – Sigma 10-20mm F4-5.6 EX DC HSM
10mm – f/5.6 – 1/13sec – ISO 800

Canon 30D – Sigma 10-20mm F4-5.6 EX DC HSM
20mm – f/5.6 – 1/13sec – ISO 800

Canon 30D – Sigma 10-20mm F4-5.6 EX DC HSM
20mm – f/5.6 – 1/13sec – ISO 800

  1. 4 Comments to “Nelle profondità della terra con il Sigma 10-20mm”

    1. Dario scrive:

      delle tre pubblicate, preferisco l’ultima, sulle precedenti si perde un poco il senso di spazio. peccato che nell’ultima sia fuori fuoco la lingua ghiacciata in basso a destra che mi pare sia uno degli elementi centrali dell’immagine.
      Certo che non è facile abituarsi a simili focali, però il posto mi pare interessante per fare esperimenti con il sigma e l’utilizzo delle luci ausiliari.

    2. Falsomagro scrive:

      Effettivamente il fuoco è finito dove non volevo, ma con la temperatura in salita e le stalattiti di ghiaccio che cominciavano a staccarsi dal soffitto mi sono lasciato prendere dalla fretta di fuggire!

    3. dario scrive:

      Caspita, uno scatto da brivido allora!

      comunque credo sia un ambiente molto interessante.

    4. Bruce scrive:

      Caspita, uno scatto da brivido allora!

      comunque credo sia un ambiente molto interessante.

    Leave a Reply

    (obbligatorio)

    (obbligatorio)