Il gioco vale la candela

Written on 8 aprile 2010 – 16:57 | by Falsomagro |

Investito dell’incarico di fotografo ufficiale delle Prime Confessioni della parrocchia di Caccivio, mi sono dato, nei rari momenti tra uno scatto e l’altro, a un po’ di sperimentazione sugli interni. In particolare dell’interno delle chiese mi ha sempre colpito l’atmosfera creata dalle candele, difficile da riportare con pieno successo in uno scatto.

Lo scatto che vi propongo mi è piaciuto per la sovrapposizione tra il primo piano del cero pasquale e, in fondo, della luce di una grigia giornata di questa fredda primavera che filtrava dalle vetrate. Dopo un po’ di prove ho optato per un diaframma non troppo aperto, per avere perfettamente a fuoco tutta la candela, e per un’esposizione molto conservativa sulle luci, per non bruciare i dettagli del cero, contando di recuperare quanto oscurato nelle ombre in posto produzione.

Per fare ciò ho provato due approcci: il primo mi ha visto smanettare fin dallo sviluppo RAW con esposizione e luce di schiarita, con risultati interessanti, ma non totalmente in linea con le mie aspettative. Il secondo mi ha visto prendere il RAW e svilupparne due scatti TFF in due direzioni diverse: da un lato la piena conservazione della candela, dall’altro l’apertura delle ombre sullo sfondo e la luminosità della vetrata. Con l’aiuto di PTGui ho poi unito gli scatti in una sorta di TIFF HDR, lavorando poi di fino sul colore e sui dettagli in Photoshop. Ecco il risultato

Canon EOS 30D – Canon EF 24-105mm L F4 IS USM
84mm – f/7.1 – 1/40 sec – ISO 800

  1. One Comments to “Il gioco vale la candela”

    1. Matteo Cervo scrive:

      La resa finale è ottima, mi piaciono i neri profondi. Avrei forse solo eliminato quei due spot di luce ai lati dell’inquadratura, disturbano un po’ la composizione.

    Leave a Reply

    (obbligatorio)

    (obbligatorio)