Light and Dark

Written on 9 settembre 2010 – 01:39 | by Alessio Lo Piccolo |

Una delle difficoltà più grandi nel fotografare, è fotografare al buio, ancor più con l’utilizzo di una luce artificiale che non appiattisca l’immagine e non la renda squallida.

Fotografare con il flash di notte, non è così scontato come può sembrare.  La modalità automatica E-TTL, algoritmo che gestisce il lampo flash valutandodistaza del soggetto, distanza focale utilizzzata, l’ intensità di luce presente, è in grado di dare risultati abbastanza soddisfacenti se le condizioni non sono estreme come il buio completo.

Un’altra difficoltà nel fotografare con il flash è la gestione delle ombre che coprendo parte dell’inquadratura o del soggetto, possono risultare fastidiose e poco gradevoli. Non avendo la possibilità di fotografare in uno studio attrezzato per cercare di  rendere l’immagine più equilibrata, si può pensare all’utilizzo  dipiù punti flash comandati a distanza da un trasmettitore radio (David Hobby insegna)

Dopo l’acquisto del kit di ProLight mi capita sempre più spesso di creare piccoli set fotografici in qualsiasi posto mi trovi. L’ultima occasione si è presentata durante una grigliata con amici sulle sponde del Lago Maggiore.

Pochi scatti ma tutti completamente fatti al buio con l’ausilio di 2 speedLight Canon Eos comandati da trasmettitori Cactus.

- – -

Il flash primario, quello di destra, è stato impostato in modalità manuale a 1/2 della sua potenza e posizionato  30cm da terra a  circa 2m dai soggetti; ilsecondo flash settato a 1/8 della sua potenza, munito di ombrello bianco era su uno stativo.  Questo schema luci a fatto in modo di non avere troppe ombre fastidiose e di avere un fascio di luce netta sulla destra che ha illuminato entrambi i soggetti e parte del terreno.

- – -

Il set del prossimo scatto, creato appositamente per l’amico Matteo Cervo, è stato pensato in modo da illuminare e far risaltare l’albero nello sfondo grazie all’utilizzo di un flash puntato in alto a piena potenza e staccare il soggetto dall’inquadratura per mezzo di un flash con omrello bianco posizionato sopra alla sua sua testa a 1/4 di potenza.

- – -

- – -

Un effetto diverso l’ho  trovato spegnendo il flash posteriore e utilizzando solo l’ombrello sopra al soggetto….come illuminato da un lampione.

- – -

- – -

…niente di più divertente ed affascinante di gestire, spostare e creare con la luce!!! Cosa ne pensate???

Alla Prossima!!!

…questo post lo potete trovare anche su alessiolopiccolo.com

Leave a Reply

(obbligatorio)

(obbligatorio)